News

Quei magnifici due

and

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Definirli interior designers sarebbe riduttivo, attenti osservatori del creato insufficiente, geniali creativi parziale….magnifici l’appropriato aggettivo che scelgo per Matteo Perduca e Betty Soldi (nel pensare come nell’agire)

Uno e duo nella vita e nel lavoro brillano di luce propria e diffusa…di una luce che oggi illumina le stanze dello splendido Ad Astra…hotel particulier situato in uno degli appartamenti della villa privata della famiglia Torrigiani, in Via del Cappuccio al n. 53, realizzato in collaborazione con Francesco Maestrelli e Marco Perduca.
Quante “asperità” devono aver affrontato per avvicinare una stella simile….quanto studio, quanta ricerca e quanta puntualità nel collocare arredi di design italiano anni 50 e 60 accanto a pezzi unici d’artigianato, opere d’arte da collezione, frammenti di vita…operazione ben riuscita capace di invitare a percorrere a ritroso una rifrazione (quella propria delle stelle) per risalire verso la storia delle tradizioni fiorentine del passato e nel presente.
Una mappa, Ad Astra, disegnata secondo le più antiche cartografie astronomiche, quelle che richiedevano anni ed anni di osservazione ma soprattutto una spiccata sensibilità verso la sfera celeste e i suoi punti luminosi.
Uno sforzo intellettuale notevole dunque che ho apprezzato e che sento necessario condividere.
La torre ottocentesca collocata all’interno del Giardino, un tempo adibita a specola astronomica, ha probabilmente ispirato i due magnifici a tendere verso il percorso scelto….beh a mio avviso ci sono riusciti.

Related

No Comments

Leave a Reply

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close