News

ven 30 ott 2009 h 18 presentazione del libro “Zabbina” di Vincenzo Ruggirello alla libreria Brac via de’ vagellai 18 r

2955-cop-Ruggirellol2955-cop-Ruggirellol
“Zabbina”, un titolo d’approccio accattivante, se si considera
che il termine è una spigolatura arabo-siciliana, legata alla
tradizione contadina di “fari zabbina”, cioè consumare, al
momento della produzione della ricotta in loco, la ricotta del
latte delle tipiche pecore della Valle del Belice, non «cagliata»
(rassodata) e preparata secondo la sapiente manualità delle
antiche tradizioni dei pastori del luogo, ancora calda col siero
(Zabbina) in cui intingere pezzi di pane, doverosamente cotto
in forno a legna. Titolo, pertanto, che, se già dal nome mette di
buonumore, diventa, nella presente raccolta di testi in prosa e
poesia, metafora delle stesse intenzioni dell’Autore. E, in verità,
ogni testo dell’Autore è un mix ora di umorismo, a volte
disincantato, ora di pensosa riflessione, eppure sempre
all’insegna della simpatia, nel rispetto dell’umana
considerazione che Egli nutre nei confronti del prossimo, come
testimoniano i vari “ritratti” attraverso cui porge il senso della
vita, mescolando umane ambizioni e umane miserie, grazie
alla sua anima siciliana, o, come ebbi a dire in un commento a
un suo testo in prosa, grazie a quella sua Sicilia che ha sempre
“in cuore come… in bocca”.
Adelaide Cantafio
VINCENZO RUGGIRELLO è nato nel comune di
Paceco ove ha ricoperto gl’incarichi, prima, di
assessore ai LL.PP. e all’urbanistica, poi, di sindaco e
consigliere della provincia regionale di Trapani. Entrato
molto giovane nei ruoli dell’amministrazione finanziaria
ha prestato servizio alla commissione tributaria di I
grado al tempo in cui i presidenti di sezione erano i
giudici, Giovanni Falcone, Girolamo Rabito, Mario
D’Angelo e Carmelo Carrara. Dal 1992 al 1995 ha
lavorato a palazzo Chigi alle segreterie particolari dei
signori presidenti del consiglio, Amato, Ciampi, Berlusconi e Dini. Solo
da poco tempo si è dedicato alla sua vera passione, la scrittura, e deve alla
casuale scoperta di Liberodiscrivere (www.liberodiscrivere.it) la raccolta
recente delle sue produzioni con lo pseudonimo di ceo1.

Related

No Comments

Leave a Reply

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close