Eventi Featured

11 Apr 2019

“Roberto Fassone. Quasi tutti i racconti” di Saverio Verini

56218212_10217977822305530_1553041207658020864_o“Roberto Fassone. Quasi tutti i racconti” è una breve monografia scritta dal critico e curatore Saverio Verini dedicata all’artista e performer piemontese. Il testo ripercorre i primi dieci anni dell’attività di Fassone, così sintetizzati dall’autore:

Le opere di Roberto Fassone, spesso di natura performativa, possono essere considerate dei tentativi di dare corpo a concetti immateriali e inafferrabili attraverso la combinazione di strategie e strumenti apparentemente inconciliabili: arte contemporanea, sport, musica, imitazioni, giochi, paradossi linguistici, camuffamenti, videogame, filosofia. Capacità narrativa e affabulazione permettono all’artista di creare storie avvincenti, in grado di coinvolgere il pubblico che partecipa alle sue performance. Pur facendo riferimento a vicende o pratiche interne alla storia dell’arte recente, l’approccio di Fassone non è mai chiuso, ma al contrario tenta di aprire varchi inaspettati e scardinare alcune logiche autoreferenziali del “sistema”.

Il libro sarà presentato al pubblico presso la Libreria Brac di Firenze alla presenza dell’autore, dell’artista e del critico d’arte e curatore Pietro Gaglianò.

Saverio Verini è nato a Città di Castello nel 1985. Laureato in Storia dell’Arte Contemporanea alla Sapienza, nel 2011-2012 è nello staff del MACRO di Roma. Dal 2013 al 2015 è assistente curatore presso la Fondazione Ermanno Casoli, nelle Marche e, dal 2017, si occupa del coordinamento delle mostre presso la Fondazione Memmo di Roma. Ha all’attivo collaborazioni con istituzioni culturali quali: Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, Istituto Polacco di Roma, Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, American Academy in Rome, FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma, Fondazione Pastificio Cerere, Civitella Ranieri Foundation, la fiera Granpalazzo. È tra i fondatori del collettivo di curatori Sguardo Contemporaneo e dell’associazione Il Fondino, con i quali ha organizzato numerose iniziative culturali caratterizzate da una forte attitudine partecipativa. Collabora con la rivista Artribune e scrive regolarmente testi critici in occasione di mostre personali e collettive presso gallerie private e altri spazi espositivi.

Roberto Fassone (Savigliano, 1986) è un artista visivo e giocatore di pallacanestro. Il suo lavoro riguarda strutture nascoste, giochi Surrealisti, storie bizzarre, coincidenze fortunose, sottili trasformazioni e il funk di Minneapolis. Negli ultimi anni ha esposto e performato il suo lavoro presso istituzione italiane ed internazionali, tra le quali: Naturhistorisches Museum, Bern; MAMbo, Bologna; Fanta-MLN, Milano; OGR, Torino; MOCAK, Krakow; Centrale Fies, Dro; Carroll / Fletcher, London; AOYS (online), Zkm, Karlsruhe; Mart, Rovereto; Palazzetto dello Sport, Asti.

Related

No Comments

Leave a Reply

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close