Eventi Featured

09 Dic 2015

Lo scaffale aperto di Mariogesù Fantacci

mattotti infMercoledì 9 dicembre alle ore 18 si terrà il secondo appuntamento  di “Scaffale Aperto” nuova rassegna della Libreria Brac.

Ogni mese la libreria ospiterà e proporrà in vendita 10 volumi scelti da un “Lettore Forte”, i più’ significativi, tra quelli che hanno influenzato e ispirato il proprio immaginario, di quelli che costituiscono il patrimonio documentario che ognuno eredita nel corso della propria vita e che conserva prezioso: una classifica  dei libri  più amati su uno scaffale aperto per esplorare la parola scritta e i suoi intimi significati.

La rassegna, che vuole essere un omaggio alla letteratura e, più in generale all’amore per il libro e la lettura, ma anche un momento di incontro e confronto interdisciplinare. È dedicata ad Aby Warburg, storico e critico d’arte che introdusse all’interno della sua biblioteca un sistema di collocazione e accesso ai libri quasi interamente a scaffale aperto.

Il lettore di questo mese è Mariogesù Fantacci, guida turistica e attore, al quale è stata affidata la selezione dei ”magnifici dieci”. A parlare delle sue letture ci saranno con lui il filosofo Luigi Lombardi Vallauri, l’etologo Roberto Marchesini e lo psicologo Alessio Grana, presenza fissa nella rassegna, che traccerà un profilo del lettore sulla base delle sue scelte bibliografiche.

Questa la “Top Ten” di Mariogesù Fantacci

1. Verso un’ ecologia della mente di Bateson, Adelphi
2. Il sogno creatore di Maria Zanbrano, Bruno Mondadori
3. Persone nuziali di Giorgio Mazzanti,  Edb
4. La gioia di scrivere di  W. Szymborska, Adelphi
5. Pascoli, Poesie, Garzanti
6. Narciso e Boccadoro di Hesse. Mondadori
7. Mind control in the United States di Jakobson.
8. Epifania animale di Roberto Marchesini, Mimesis
9. Il giornalino di Gian Burrasca, Giunti
10. La Divina Commedia, Nuages

I protagonisti dell’incontro:

Mariogesù Fantacci (il lettore) Nato a Firenze, una laurea in Economia Ambientale, lavora come guida turistica e a questa professione affianca la passione per la recitazione, in particolare per la “Divina Commedia”.

Luigi Lombardi Vallauri è stato professore ordinario di Filosofia del diritto nell’Università di Firenze dal 1970 al 2011. Ha insegnato per incarico la stessa materia presso l’Università Cattolica di Milano, dalla quale è stato allontanato nel 1998 per eterodossia, con provvedimento dichiarato illegittimo dalla Corte europea di Strasburgo nel 2010. Il suo pensiero religioso è consegnato nel volume Nera Luce, Firenze, Le Lettere, 2001.
La sua produzione scientifica nell’arco diacronico 1961-2015 è di una impressionante ampiezza disciplinare e tematica. Le sue ricerche storiche, giuridiche, politiche, economiche, bioetiche, estetiche, teologiche tracciano un itinerario coerente dagli ambiti specialistici verso la filosofia generale e dalla filosofia come discorso razionale verso la filosofia come pratica trasformante, all’intersezione tra scienza e sapienza, tra Occidente e Oriente. Su questi temi di frontiera ha fondato, nel 1979, il “Gruppo di meditazione”, tuttora attivo, e negli anni 2004-2007 ha tenuto, con eccezionale riscontro di pubblico qualificato, la serie delle trasmissioni “Meditare in Occidente.
Tra le sue opere: Saggio sul diritto giurisprudenziale, 1967; Amicizia, carità, diritto, 1969; Corso di filosofia del diritto, 1981 e 2012; Terre. Terra del Nulla, Terra degli uomini, Terra dell’Oltre, 1989; Riduzionismo e oltre, 2002. Con altri autori: Cristia nesimo, secolarizzazione e diritto moderno, 1981; Il meritevole di tutela, 1990; Logos dell’essere logos della norma, 1999; La questione animale, in Trattato di biodiritto, 2012.

Roberto Marchesini, etologo, studioso di scienze biologiche e di epistemologia, scrittore e saggista, ha pubblicato numerosi articoli e ricerche sul rapporto uomo/animale e sulle applicazioni didattiche, consulenziali e assistenziali della relazione con l’animale. Presidente della Società italiana di Scienze Comportamentali Applicate e direttore della Scuola di Interazione Uomo Animale, insegna Scienze Comportamentali Applicate in alcuni atenei italiani.Tra i saggi pubblicati: Il concetto di soglia (Theoria, 1996), La fabbrica delle chimere (Bollati Boringhieri, 1999), Bioetica e scienze veterinarie (ESI, 2000), Lineamenti di zooantropologia (Edagricole-Calderini, 2000), Post-human (Bollati Boringhieri, 2002), Imparare a conoscere i nostri amici animali. Guida per insegnanti (Giunti, 2003), Nuove prospettive nelle attività e terapie assistite dagli animali (Edizioni Scivac, 2004), Canone di Zooantropologia Applicata (Apeiron, 2004), Fondamenti di Zooantropologia. Zooantropologia applicata (Alberto Perdisa Editore, 2005).

Alessio Grana si è laureato in psicologia presso l’università degli Studi di Firenze. Dopo la laurea si è trasferito in Minnesota (USA) dove ha lavorato come Counselor presso una Comunità Terapeutica per minori. Al ritorno in Italia, parallelamente alla sua attività di Psicologo libero professionista è entrato a far parte dell’equipe educativa in una Comunità per Minori Adolescenti. Ad oggi sta concludendo la sua specializzazione presso la Scuola di Psicoterapia Comparata di Firenze. Alessio Grana è inoltre Presidente e Socio Fondatore dell’Associazione Culturale Malastrana Film Series che si occupa della promozione del cinema italiano in pellicola negli USA. Dal 2012 è organizzatore e fondatore di Giallo Fever, rassegna di cinema giallo italiano che si tiene annualmente a New York.

Related

No Comments

Leave a Reply

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close