Eventi

25 Mag 2012

Presentazione del volume “La grande foresta” di Francesco Niccolini, Luigi D’Elia e Lucia Baldini_Ed. Titivillus

Venerdì 25 maggio alle ore 18.00, presso la Libreria Brac, Via de’ Vagellai 18 r, Firenze si svolgerà la presentazione del libro La Grande Foresta, edito da Titivillus nella nuova collana I Diavoletti, dedicata ai lettori più giovani. Interverranno l’autore Francesco Niccolini e Lucia Baldini, artista, fotografa che ha curato le illustrazioni del libro con Eloisa, una macchina fotografica a foro stenopeico. Insieme a loro anche Anna Di Maggio, curatrice della nuova collana editoriale.

Il Libro

Questo libro racconta la storia dell’ultimo lupo, di un nonno, di un bambino e di una grande foresta scomparsa. Con lentezza un bosco parla a chi lo sa ascoltare e un lupo si scorge se ben nascosti da una siepe. E’ scritto da Francesco con la voce di Luigi che lo racconta sotto un albero, in una riserva naturale  e a volte in un teatro. Le immagini non sono illustrate sono fotografate con pazienza e attesa da Eloisa disegnatrice perfetta di luce, una macchina di legno caldo nelle mani e negli occhi di Lucia, amiche in giro per il mondo.

La Grande Foresta, oltre che ha un libro è anche uno spettacolo teatrale nato in Puglia e in giro per l’Italia tra teatri, boschi e riserve naturali. Un progetto di forestazione che avanza per laboratori partecipati di comunità, cura dei semi dello spettacolo ricerca di terre che abbiano bisogno di alberi.

Le ultime tre pagine del libro regalano a chi lo sa guardare un segreto, un gioco o un consiglio da parte dei tre autori.

 

Eloisa disegnatrice speciale

 

Eloisa è una macchina fotografica a foro stenopeico. E’ costruita in legno di pero che con il passare del tempo cambia colore, ha un occhio di un quarto di millimetro con il quale guarda il mondo e lo trasforma in sogni. Eloisa e Lucia sono molto amiche e si capiscono al volo.

 

 

Collana I DIAVOLETTI

 

Questa collana nasce prima di tutto da un sogno di bambina e poi per tutti quelli che amano errare e viaggiare con le storie.
Da dove arrivano queste narrazioni? Arrivano dal Teatro dedicato ai bambini e ai sognatori. Il Teatro che incanta i bambini è fatto di storie antiche e nuove, avventurose e noiose, luminose e paurose, ecco allora I Diavoletti alla ricerca di un frammento da conservare per poi poter giocare da soli, dopo lo spettacolo.

I Diavoletti prendono il copione e ritrovano la storia originale che ha creato la rappresentazione. I Diavoletti sono due, uno è il narratore l’altro è il fanciullo che ascolta, oppure se preferite uno gioca a far l’attore e l’altro il pubblico… I Diavoletti  costruiscono un libro da leggere e rileggere tutte le volte che ne hanno bisogno.

 

 

www.titivillus.it

http://www.francesconiccolini.eu/

www.cooperativathalassia.it

http://www.luciabaldini.it

Related

No Comments

Leave a Reply

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close