Eventi

Brac’s-art-on-table – Marzo 2011 – Andrea Cammarano

Per l’Art-on-table di marzo i tavoli della Brac presentano il lavoro pittorico di Andrea Cammarano, artista romano che vive e lavora  a Firenze.

Figure riprese dall’alto, di fronte o con angolature di taglio cinematografico. Personaggi sezionati all’ altezza del bacino, immersi in sfondi bianchi, neri, o inseriti in ambienti deserti dove l’atmosfera sembra sospesa, trattenuta. I dipinti di Andrea Cammarano (Roma, 1972), alle spalle studi all’Accademia di Firenze, sono dedicati all’uomo. Corpi e volti sono quelli delle persone vicine, la compagna, il figlio, la madre, gli amici. “Cerco di arrivare alla loro psicologia, alle loro emozioni”.
Si concentrano sugli occhi, sulla loro capacità di mettere in moto meccanismi inconsci. “Raccolgo lo sguardo quando è più intenso”, spiega. “Nello sguardo deve esserci anche un qualcosa d’indefinito. In modo che chi osserva è libero di dare le interpretazioni che crede”. Sulla tela Cammarano costruisce i suoi ritratti con passaggi veloci, un impasto materico di colore grasso, corposo, che stende con pennelli, spatole, stracci e con le dita. “Guardando a Bacon, che illustrava le fragilità e le ansie dell’uomo, e a Schifano per la sua ricerca della sintesi”.

(da un articolo di Emma Gravagnuolo, novembre 2006)

Related

No Comments

Leave a Reply

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close